Costa Rica

Home / Destinazioni / Costa Rica

La leggenda narra che Cristoforo Colombo approdò in questa terra e decise di darle il nome di “Costa Rica”, convinto che il sottosuolo nascondesse metalli preziosi. Non si è mai estratto né oro né argento ma il nome rappresenta magnificamente la ricchezza di una natura tanto incontaminata. È situata sull’istmo che divide l’Oceano Atlantico dal Pacifico, su quella fascia di terra che dal Nicaragua si protende verso Panama e gode quindi di una posizione eccezionalmente favorevole: tra le spiagge del Pacifico e la Costa Caraibica.
La sorprendente diversità del territorio è in grado di offrire scorci contrastanti, dalle poco frequentate spiagge caraibiche della costa occidentale, appartate e selvagge, ai vulcani e parchi nazionali dell’entroterra, per arrivare alle coste meridionali, le più mondane e turisticamente sviluppate. La capitale San José dispone di eccellenti musei e diverse attrattive culturali, con la sua pianta squadrata è un centro dall’aria più nordamericana rispetto ad altre grandi città dell’America Centrale.
I “ticos”, gli abitanti del luogo, vi insegneranno una sorta di mantra, il “pura vida” costaricense, il saper apprezzare la vita nella sua espressione più vera: relax, calma, serenità, qui si impara a vivere seguendo i ritmi biologici dettati dalla natura.
La Costa Rica è da molti considerata un’oasi di tranquillità dove è possibile sia rilassarsi in riva al mare, su spiagge da sogno, tra barriere coralline e foreste tropicali litoranee oppure avventurarsi alla scoperta di una natura incontaminata, rigogliosa e selvaggia. Qui le bellezze naturali, il patrimonio floreale e faunistico sono protetti da un illuminato programma di tutela ambientale, da un’accorta politica di conservazione dell’ambiente che ha portato alla creazione di diversi parchi nazionali, orgoglio del Paese. In questa terra sono ancora possibili incontri ravvicinati con gli animali, osservati nel loro habitat naturale: scimmie, bradipi, formichieri, tartarughe, uccelli variopinti (ara macao, quetzal, colibrì), rettili, anfibi e splendide farfalle multicolori. Riconosciuto come paradiso dell’ecoturismo, è considerato uno dei luoghi migliori in cui venire a contatto con la natura, riducendo al minimo l’impatto umano sull’ambiente.


Costa Rica


Costa Rica è un piccolo Paese dell’America Centrale. Si estende su una superficie di appena 51.100 km², il doppio della Lombardia, in cui vivono poco meno di 4 milioni di abitanti. La Capitale è San José. Oltre al territorio continentale, alla Costa Rica appartiene l’importante isola del Cocco, chiamata anche la Galapagos costaricana. Situata a 532 km da Capo Blanco, sulla costa costaricana, è uno dei Parchi Nazionali considerato Patrimonio dell’Umanità in quanto un laboratorio naturale, ideale per compiere ricerche sull’evoluzione delle specie e il monitoraggio dell’ambiente a largo campo per quanto è isolata e ben conservata.
La Costa Rica confina a nord con il Nicaragua, a est con il mar dei Caraibi e Panamá, a sud e a ovest con l’Oceano Pacifico. Il Paese ha ben 1.228 km di coste, di cui 1.016 km di affacciano sull’Oceano Pacifico e 212 km sul Mar dei Caraibi. La costa del Pacifico è caratterizzata da tanti promontori e penisole che danno luogo a golfi e baie, spiagge di sabbia bianca che hanno favorito l’installazione, seppure in maniera non aggressiva per l’ambiente, di infrastrutture turistiche. La costa atlantica, al contrario, sebbene sia più regolare, è meno adatta allo sviluppo del turismo balneare.

La Costa Rica ha una regione montuosa che la divide in due parti pressoché uguali: quella occidentale, esposta all’Oceano Pacifico, e quella orientale, esposta al Mar dei Caraibi.
Una spaccatura trasversale distingue poi, nella regione montuosa, una sezione settentrionale (Cordigliera del Guacanaste e Cordigliera Centrale, con numerosi vulcani da tempo quiescenti) e una sezione meridionale (Cordigliera di Talamanca).
Le zone basse e pianeggianti sono limitate sul versante pacifico e più ampie su quello atlantico.
In Costa Rica ci sono molte montagne e tanti vulcani. Almeno una decina di vette superano i 3.500 metri di quota e la più elevata è il Cerro Chirripó che raggiunge i 3.820 metri di altitudine sul livello del mare. Il vulcano più attivo della Costa Rica è l’Arenal che emette costantemente gas e vapori.

Formalità doganali

Per i cittadini italiani, per l’ingresso in Costa Rica, è necessario il passaporto con validità residua di 6 mesi dalla data di entrata nel Paese. Non è richiesto alcun visto per soggiorni non superiori ai 3 mesi. Occorre possedere inoltre il biglietto aereo di andata e ritorno. In entrata viene rilasciato il permesso di soggiorno che ha una validità di 3 mesi. Bambini: sebbene la regolamentazione italiana non renda obbligatoria la fotografia del bambino iscritto sul passaporto del genitore, se minore di 10 anni, per entrare in Costa Rica è invece necessario che vi sia; in caso contrario il minore dovrà avere il proprio passaporto individuale. Coloro (sia adulti che bambini) che transitano negli USA in entrata o in uscita dal Paese devono obbligatoriamente essere in possesso del passaporto a lettura ottica. La fotografia digitale è obbligatoria se il passaporto è stato emesso dopo il 25 Ottobre 2005. Vi ricordiamo inoltre che anche se sarete solo in transito nel territorio americano, il bagaglio dovrà essere ritirato alla prima città di arrivo e di conseguenza, dopo essere stato ispezionato dalle autorità competenti, dovrà essere “reimbarcato” nei banchi preposti, per essere spedito alla destinazione finale.

Valuta

L’unità monetaria locale è il Colon, diviso in 100 centesimi. A causa delle fluttuazioni valutarie evidenziamo in forma indicativa il cambio corrispondente: 1 € pari a circa 605 Colones / 1 USD pari a circa 470 Colones. L’Euro si può cambiare all’arrivo in aeroporto, nelle banche e negli hotel. È consigliabile portare con sé dollari USA, sia in contanti che in Traveller’s Cheques. Le carte di credito più diffuse vengono accettate quasi ovunque.

Polizza assicurativa sanitaria integrativa

Consigliamo al momento della prenotazione di stipulare la polizza assicurativa facoltativa integrativa Globy Rosso (facente parte del marchio Allianz Global Assistance), con massimale di spese mediche fino a € 155.000,00 per vostra maggior tutela.

Fuso orario

La differenza di fuso orario è di 7 ore in meno rispetto all’ Italia durante l’ora solare; 8 ore in meno durante l’ora legale.

Corrente elettrica

La corrente elettrica è di 110 volts. Indispensabile portare un adattatore per prese di tipo americano, a lamelle piatte.

Clima

Situato a 10° a nord dell’Equatore, la Costa Rica gode di un clima tropicale, caratterizzato da due sole stagioni: la stagione “delle piogge” (inverno) che va dalla metà di Maggio fino a Ottobre/Novembre, caratterizzata da precipitazioni pomeridiane di forte intensità ma generalmente di breve durata; la stagione “secca” (estate) che inizia tra Novembre/ Dicembre fino a circa la prima metà di Maggio. Le zone più alte si trovano nel centro del Paese mentre quelle pianeggianti e più estese si affacciano sul Mar dei Caraibi e verso il Nord. Le temperature variano soprattutto in funzione delle altitudini: San José, a 1.150 m slm ha un clima ottimale (quasi sempre di tipo primaverile), con temperature minime annuali intorno a 15°C. e massime di 26°C. Le zone costiere sono molto più calde: la zona caraibica ha temperature comprese tra 21°C e 30°C; la zona del Pacifico ha temperature superiori di due o tre gradi rispetto a quella caraibica.

Abbigliamento

È bene mettere in valigia capi estivi o primaverili leggeri, un maglione o una giacca per le serate più fresche a San Josè o in montagna. Da non dimenticare un impermeabile se si viaggia durante la stagione delle piogge, occhiali da sole ed un binocolo. Per le escursioni nei parchi munirsi di calzature con suola di gomma o, ancor meglio, di stivali o scarpe da trekking.

Igiene, salute, vaccinazioni

Nessuna vaccinazione è richiesta per entrare in Costa Rica. È comunque sempre opportuno portare con sé disinfettanti intestinali, antibiotici, repellenti contro insetti e creme solari. E’ bene evitare acqua non in bottiglia, ghiaccio e verdure crude. E’ richiesto il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla a coloro che provengono da Perù, Ecuador e Venezuela.

Telefono

Per telefonare in Costa Rica dall’Italia il prefisso è 00506. Dalla Costa Rica verso l’Italia comporre il prefisso internazionale 0039, seguito dal prefisso della località e dal numero di telefono del destinatario.

Lingua

La lingua ufficiale è lo spagnolo. Molto diffuso l’uso della lingua inglese. Nessun problema di lingua per il turista italiano nelle struttura alberghiere: il costaricense capisce l’italiano, così come capisce l’inglese anche se non lo parla.

Strade, distanze, percorsi

La guida è a destra e la rete stradale è di circa 5.800 km. L’autostrada Panamericana è lunga 663 km. Per poter guidare un’auto in Costa Rica è sufficiente la patente italiana. Ricordiamo inoltre che per noleggiare un’auto in Costa Rica bisogna essere in possesso di una carta di credito come garanzia (no “electron”). Le strade di principale collegamento sono in buone condizioni. Molte strade secondarie sono in terra battuta, ma comunque facilmente percorribili. Quasi inesistente la segnaletica stradale, soprattutto sulle strade secondarie. È pertanto consigliabile munirsi di una dettagliata mappa stradale o GPS.

Servizi turistici

Nel corso di un viaggio posso accadere disguidi o inconvenienti nei servizi turistici prenotati dall’Italia. Ci permettiamo di farvi notare quanto segue:
All’arrivo in hotel è prassi che venga richiesto di firmare una ricevuta in bianco con i dati della carta di credito, a garanzia per gli extra eventuali.
Gli alberghi inseriti nella nostra programmazione rispecchiano la categoria ufficiale assegnata da ogni singolo Paese. La classificazione ufficiale delle strutture alberghiere può non corrispondere, sotto il profilo dello standard qualitativo, all’analoga vigente in Europa.
Camere doppie: in base alle tipologie presenti in ciascuna struttura alberghiera, possono avere 2 letti singoli oppure 1 letto matrimoniale (“queen size” oppure “king size”).
Camere triple: non sono disponibili (tranne in rari casi): può essere assegnata una camera doppia uso tripla utilizzando i letti esistenti oppure può essere aggiunto un terzo letto tipo “roll-way”.
Le camere di norma vengono assegnate dalle ore 12.00 e le 15.00 e dovranno essere liberate, il giorno della partenza, entro le ore 10.00/12.00, salvo diverso accordo con la Direzione dell’hotel.
Nel caso in cui non venga utilizzato un trasferimento, invitiamo i passeggeri ad usufruire di un servizio taxi e a contattare il nostro ufficio in loco per ottenere il rimborso.

Tour Costa Rica