Caraibi

Home / Destinazioni / Caraibi

Spiagge dorate, mare cristallino, sole che accarezza la pelle… e la sera cena sotto il cielo stellato: questo ed altro ancora è la sensazione immediata appena si pensa ai Carabi. Eppure le isole che formano la variegata mappa hanno ciascuna una propria identità e le differenze possono essere notevoli. Ce ne sono di piccolissime, puntini nella vastità del mare, che ospitano appena una albergo, racchiuso come una perla nel suo alveo; ed altre che invece sono nazioni, con un passato storico e culturale profondo e radicato. Ognuna ha qualcosa di personale, di autentico, che la rende unica e speciale. Ma tutte sono, quasi a formare la collana immaginaria che costituisce il sogno di chi ama il mare e l’avventura. Quasi tutte hanno vissuto un passato nel quale si sono susseguiti colonizzatori, pirati, bucanieri, corsari le cui navi trovavano, nei loro porti, un approdo ed rifugio sicuro. Arrivando oggi si viene accolti dal profumo dell’aria e dai colori brillanti dei fiori, del mare, delle spiagge, alcune dal lucore bianchissimo, in un clima di costante piacevolezza che invita a non andar più via! Per alcune il turismo si è mantenuto come fenomeno d’élite, con alberghi e resorts affacciati con discrezione sul mare; altre hanno aperto le loro porte, con gaia spensieratezza, accogliendo turisti, visitatori, e moderni esploratori dei fondali che regalano quasi sempre emozionanti scoperte.
La Riviera Maya messicana, affacciata sul Caribe, dalle fantastiche spiagge di sabbia bianca, coronate da palme che si protendono verso il mare turchese.
L’arcipelago delle Bahamas dal mare blu e turchese, incorniciato da spiagge di sabbia simile al talco.
Turks and Caicos, un insieme di isole piccole e grandi in mezzo all’oceano, con spiagge di sabbia bianca e un mare ricchissimo di colori che ne lambisce le forme. Particolarmente amate dagli appassionati di immersioni subacquee per lo splendore dei fondali e la limpidezza delle acque.
Santo Domingo, o meglio l’isola di Hispaniola, legata quasi per magia a Cristoforo Colombo. Difficile non restare ammaliati dalla bellezza di quest’isola dove tutti sono cordiali e allegri e le sue spiagge sembrano cartoline
Antigua, ha 365 spiagge, una per ogni giorno dell’anno, che si srotolano per chilometri lungo le coste frastagliate creando insenature e baie da scoprire, in un contesto di bellezze naturali
Aruba, sole infinito e paesaggi suggestivi. Oceano cristallino, di un azzurro mozzafiato e spiagge di sabbia bianca. Non solo casinò e shopping renderanno il vostro soggiorno idilliaco in quest’angolo di paradiso.


Caraibi


Repubblica Domenicana

La Repubblica Dominicana, meglio conosciuta come Santo Domingo, è ricca di spiagge costeggiate da migliaia di palme di cocco. All’interno i paesaggi sono di incontaminata bellezza. I primi insediamenti si ebbero già nel 2600 a.C. ma la sua vera storia ha inizio con Cristoforo Colombo che qui approdò il 5 Dicembre del 1492. Egli battezzò l’isola Hispaniola (Piccola Spagna) e la sfruttò per l’abbondante presenza di risorse minerarie (oro e argento). Raggiunse l’indipendenza definitiva dalle potenze Spagnola e Statunitense nel 1863. L’isola occupa circa i due terzi orientali dell’isola caraibica Hispaniola, che si trova al centro del Mar dei Caraibi e confina con Haiti, che occupa l’altro terzo dell’isola. Spiagge di sabbia bianca, imponenti catene montuose solcate da fiumi, cascate spettacolari e laghi di acque salmastre sono gli elementi che caratterizzano la Repubblica Dominicana, che possiede una selvaggia e affascinante vegetazione, rigogliosa in gran parte del territorio. Nell’estremità orientale sorge Punta Cana, il cui sorprendente paesaggio regala un’indimenticabile visione: 40 km di spiaggia bianca, mare cristallino e molteplici strutture ricettive in grado di creare una rilassante atmosfera caraibica. Agli splendidi scenari mozzafiato si aggiunge Bayahibe che si affaccia sulla costa orientale, una delle mète preferite dai turisti.
Da non perdere
Una gita in barca a Catalinita, isola deserta e incontaminata dove è possibile fare snorkeling; l’escursione al reef di fronte l’isola di Saona, vera perla del Caribe: qui si trovano grandi stelle marine di colore arancio e rosso. Le spiagge di Punta Cana, considerate tra le più belle al mondo, con decine di chilometri di sabbia bianca e acqua turchese e filari di palme di cocco. La capitale, Santo Domingo, è una città vivace in stile coloniale. Merita una visita il famoso Mercato Modelo con una ricca scelta di prodotti artigianali tra i quali i sigari. Interessante la visita alla casa di Cristoforo Colombo, i Très Ochos, tre “cenotes” di formazione calcarea, il Faro Colon, che si trova sul lungomare nel cui interno si trova la tomba di Colombo, il Castello, il Museo Oceanografico, la cattedrale coloniale.
Il nostro giudizio
Per chi ama le escursioni subacquee, a cavallo, in barca a vela, la pesca, ballare la salsa, il merengue e la bachata Santo Domingo è la mèta giusta. L’allegria nei sorrisi e l’ospitalità dei dominicani rendono quest’isola indimenticabile, vi si può trovare il giusto relax e nello stesso tempo una vivace vita notturna. Da tenere sempre in conto che le spiagge più belle dell’isola si trovano distanti dal centro della città.
NOTIZIE UTILI
Clima/Quando andare

Il clima è generalmente caldo e umido, con una stagione più calda (da Maggio a Settembre) ed una più fresca (da Novembre ad Aprile). La temperatura media annuale oscilla tra i 20°C e i 27°C. Agosto è il mese più caldo, mentre a Gennaio le temperature sono molto gradevoli, ed infatti il flusso turistico in questo periodo è molto elevato. Le stagioni delle piogge sono due: nella costa settentrionale da Ottobre a Maggio, mentre nella parte meridionale dell’isola va da Maggio a Ottobre. Come in tutti i paesi dei Tropici, anche qui la stagione Settembre-Ottobre è quella più rischiosa per gli uragani, quindi prima di partire in quei periodi occorre informarsi bene.

Formalità doganali

Per i viaggiatori di nazionalità italiana è richiesto il passaporto in corso di validità uguale o superiore alla durata del soggiorno nel Paese. Per soggiorni superiori ai 30 giorni è richiesto un permesso di residenza. In caso di transito negli Stati Uniti d’America attenersi alle disposizioni d’ingresso per gli USA.

Trasferimenti

Le quote dei trasferimenti si intendono per persona e sulla base di minimo 2 persone. Il servizio, che può essere fornito dall’Ufficio Corrispondente Locale o dalla struttura alberghiera di residenza, è generalmente su base privata. L’assistenza in italiano non sempre è disponibile.

Valuta

La valuta locale è il Peso Dominicano (DOP). 1 € è circa 49 Pesos Dominicani.

Fuso Orario

5 ore in meno rispetto all’Italia (-6 ore quando è in vigore l’ora legale in Italia).

Tasse

In partenza da Santo Domingo, in aeroporto, è richiesto il pagamento di una tassa di imbarco il cui importo attuale è di circa Dollari USA 20.

Lingua

La lingua ufficiale e l’inglese. L’italiano è diffuso.

Polizza assicurativa sanitaria integrativa

Consigliamo al momento della prenotazione di stipulare la polizza assicurativa facoltativa integrativa Globy Rosso (facente parte del marchio Allianz Global Assistance), con massimale di spese mediche fino a € 155.000,00 per vostra maggior tutela.

Antigua

L’isola di Antigua possiede distese di sabbia bianca finissima che si estendono per chilometri lungo le coste frastagliate, lambite da un mare cristallino con fondali ricchi di vita sottomarina. Situata nella zona nord-orientale dei Caraibi, Antigua si trova a circa 480 km a est di Portorico. La sua forma vagamente circolare si estende per circa 280 kmq, con spiagge che si alternano a numerose insenature. Antigua si vanta di avere 365 spiagge, una per ogni giorno dell’anno e la maggior parte di esse si affaccia sulle acque calme e protette dei Caraibi. Le più conosciute, nella parte nord-ovest dell’isola, sono Runway e Dickenson Bay, dove si trova la maggior parte dei resort. Nella parte sud e sud-est si trovano invece le spiagge incontaminate di Darkwood, Halfmoon Bay e Pigeon Beach. Ognuna ha il suo fascino, i suoi colori e la sua personalità per permettere al turista di vivere un’esperienza sempre nuova e diversa, è questo lo “charme” che rende Antigua un’isola unica al mondo.
Da non perdere
Oltre alle meravigliose spiagge, assolutamente da non perdere un giro dell’isola in barca, escursioni alle barriere coralline per una immersione o semplicemente un po’ di snorkeling. Anche a chi ama la Storia l’isola riserva delle piccole sorprese. A St. John’s si può visitare la cattedrale con la sua architettura barocca, ricostruita varie volte durante il XVII ed il XVIII secolo. Nella zona di English Harbour si trova il più visitato sito storico di Antigua. Da non dimenticare la Baia di Nelson, base navale britannica del XVIII secolo, così chiamata in onore del capitano inglese Horatio Nelson. A lui è anche dedicato l’arsenale costruito nel 1743, oggi il principale porto di scalo per gli yacht che approdano nell’isola. Seguendo la strada, a nord di Nelson Dockyard, si giunge al Devil’s Bridge, ponte naturale creato dalle onde violente dell’Atlantico che si infrangono sulla facciata rocciosa.
Il nostro giudizio
Antigua, facilmente raggiungibile dall’Europa e dal Nord America, è consigliata a tutti. La ricettività è varia e ben si adatta ad ogni tipo di esigenza: dalla sistemazione più semplice ed informale a quella più elegante e sofisticata.
NOTIZIE UTILI
Clima/Quando andare

La temperatura ad Antigua non varia di molto tra i mesi estivi e quelli invernali. La media durante l’inverno e di 27°C., con le serate leggermente più fresche (la temperatura scende intorno ai 22°C.); in estate la media va dai 25°C. della sera ai 30°C. del giorno. Le giornate più calde sono rinfrescate spesso dagli alisei che soffiano da sud-est a nord-est. Antigua è anche l’isola con più giornate di sole durante l’arco dell’anno e tra le più asciutte delle isole Settentrionali Caraibiche. La stagione della pioggia va da Luglio a Ottobre (estate) con precipitazioni occasionali (circa 1.150 mml). Le stagioni turistiche seguono quelle climatiche: alta in inverno e bassa in estate.

Formalità doganali

Per i cittadini italiani è necessario il passaporto in corso di validità (minimo 6 mesi dalla data di scadenza) e di un biglietto di ritorno oppure di proseguimento del viaggio. Non sono richiesti visti. Per i passeggeri in transito attraverso gli Stati Uniti d’America, si prega di porre particolare attenzione alle disposizioni di ingresso nel Paese stesso.

Trasferimenti

Le quote dei trasferimenti si intendono per persona e sulla base di minimo 2 persone. Il servizio, che può essere fornito dall’Ufficio Corrispondente Locale o dalla struttura alberghiera di residenza, è generalmente su base privata. L’assistenza in italiano non sempre è disponibile.

Valuta

La valuta locale è l’Eastern Caribbean Dollar (EC$), ma si possono tranquillamente utilizzare anche i dollari americani. 1 € è pari a circa 2,90 EC$.

Tasse

In partenza da Antigua, in aeroporto, è richiesto il pagamento di una tassa d’imbarco (per persona) pari a circa US$ 20.

Fuso Orario

5 ore quando in Italia vige l’ora legale; -6 ore durante l’ora solare.

Lingua

La lingua ufficiale è l’inglese.

Polizza assicurativa sanitaria integrativa

Consigliamo al momento della prenotazione di stipulare la polizza assicurativa facoltativa integrativa Globy Rosso (facente parte del marchio Allianz Global Assistance), con massimale di spese mediche fino a € 155.000,00 per vostra maggior tutela.

St. Martin

St. Martin, piccola isola condivisa tra Francia e Olanda, è meglio nota come l’isola dell’amicizia. Adatta ad un tipo di clientela che cerca una vacanza varia e piena di emozioni: lunghe spiagge, ristoranti gourmet, negozi duty-free ed una vivace vita notturna con casinò e night club.
St. Martin si trova a circa 240 km da Porto Rico, nella sezione nord orientale dei Caraibi. La sua posizione tra l’Equatore e il Tropico del Cancro offre delle temperature costanti per la maggior parte dell’anno. St. Martin ha le caratteristiche di un’isola secca, con colline piene di alberi e di densa vegetazione. È circondata da meravigliose spiagge, ombreggiate da palme e vegetazione tipica. Sia la parte francese che quella olandese hanno il proprio fascino. La zona francese è conosciuta maggiormente per lo stile di vita tranquillo, con spiagge, negozi e ristoranti che offrono il meglio della cucina francese-caraibica. Numerose le spiagge dove si possono trovare tutte le attività sportive acquatiche, oltre a relax e divertimento. La parte olandese offre ai viaggiatori un’atmosfera più vivace, con negozi duty-free, gioiellerie e boutiques, e ancora un’ ampia scelta di casinò e locali notturni.
Da non perdere
Le spiagge migliori sono quelle che si trovano nella Baia Orientale, con molteplici stabilimenti, ristoranti e possibilità di fare sports acquatici. Per chi invece, preferisce una giornata tranquilla di relax in una spiaggia tipicamente caraibica, consigliamo la bellissima spiaggia di Baie Longue che si protrae per oltre 2 km. Durante la sera è piacevole cenare in uno dei ristoranti gourmet della zona di Grand Case, nella parte francese dell’isola.
Il nostro giudizio
St. Martin offre una grande varietà di attività che soddisfano le più svariate esigenze e gusti. Adatta a quanti desiderano una vacanza tranquilla, unita ad un piacevole soggiorno mare, serate movimentate e cene in incantevoli ristoranti e bistrot.
NOTIZIE UTILI
Clima/Quando andare

Il periodo tra Dicembre a Maggio corrisponde alla stagione secca; da Giugno a Novembre a quella più umida. I giorni di pioggia e di sole sono comuni in entrambe le stagioni, ma per la maggior parte delle volte hanno breve durata. L’isola è soleggiata per la maggior parte dell’anno con una temperatura media di 26°C, con temperature comprese tra i 27°C ed i 29°C in estate; tra i 24°C ed i 27°C gradi durante l’inverno, con la possibilità di serate fresche. Tra Giugno e Novembre possono verificarsi degli uragani, concentrati maggiormente nel mese di Settembre, il quale coincide con la bassa.

Formalità doganali

Per i cittadini italiani è necessario avere il passaporto in corso di validità (almeno 3 mesi dalla scadenza) e il biglietto di ritorno oppure di proseguimento del viaggio. Non sono richiesti visti. Per coloro che transitano attraverso gli Stati Uniti d’America consigliamo di porre particolare attenzione alle disposizioni d’ingresso nel Paese stesso.

Trasferimenti

Le quote dei trasferimenti si intendono per persona e sulla base di minimo 2 persone. Il servizio, che può essere fornito dall’Ufficio Corrispondente Locale o dalla struttura alberghiera di residenza, è generalmente su base privata. L’assistenza in italiano non sempre è disponibile.

Valuta

La moneta ufficiale è l’Euro. I Dollari USA e le carte di credito sono accettati ovunque.

Tasse

In partenza da Saint Martin, in aeroporto, è richiesto il pagamento di una tassa di imbarco il cui importo attuale è di circa € 18 per il volo intercontinentale, per i voli interni è pari a € 6 circa.

Fuso Orario

5 ore quando in Italia vige l’ora legale; -6 ore durante l’ora solare.

Lingua

La lingua ufficiale è il Francese e l’Olandese (nella rispettiva zona); l’Inglese è molto diffuso in tutta l’isola.

Polizza assicurativa sanitaria integrativa

Consigliamo al momento della prenotazione di stipulare la polizza assicurativa facoltativa integrativa Globy Rosso (facente parte del marchio Allianz Global Assistance), con massimale di spese mediche fino a € 155.000,00 per vostra maggior tutela.

St. Barth

Saint-Barthélemy, meglio conosciuta come St. Barth’s, è un’isola spettacolare ed accogliente, mèta di quanti cercano un paradiso dove poter trascorrere giornate indimenticabili, lontano dalla vita caotica. Situata a 25 km a sud-est di St. Martin, ha una morfologia variegata che le dà l’aspetto più grande di quanto sia in realtà. In nessun punto dell’isola ci si sente soffocati: con le sue spiagge di sabbia bianca, sparse per tutta l’isola, c’è sempre un posto nuovo da scoprire e da esplorare e questo rende St. Barth così affascinante. Il mare di St. Barth è particolarmente adatto per coloro che amano la pesca, il windsurf ed il surf, oltre a tutte le attività acquatiche. Tutt’intorno ci sono inoltre isolette vulcaniche, paradiso per i subacquei.
Da non perdere
Quasi obbligatorio affittare una macchina per approfittare al meglio di tutto ciò che offre St. Barth. Tra le più belle spiagge da visitare consigliamo Governeuer, Saline e St. Jean. A chi non dispiace fare una passeggiata, suggeriamo la spiaggia di Columbier, spesso deserta durante la bassa stagione turistica. Piacevole un giro della piccola cittadina di Gustavia per ammirare il piccolo villaggio, con i negozietti tipici e la marina. Durante le serate è affascinante unirsi alla gente del posto ed ai turisti, cenando in uno dei molti ristoranti e bar che offrono il meglio dell’alta cucina francese e internazionale.
Il nostro giudizio
Un’isola esclusiva adatta a chi cerca una vacanza unica: St. Barth offre infatti sia la possibilità di rilassarsi in totale tranquillità che quella di potersi divertire, la sera, nei vari locali sparsi un po’ ovunque. Da non dimenticare che la ricettività è abbastanza limitata e proprio per questo l’isola è una mèta esclusiva.
NOTIZIE UTILI
Clima/Quando andare

Il clima mite rende St. Barth un’isola visitabile quasi tutto l’anno. L’alta stagione va da Dicembre ad Aprile e coincide con la stagione secca. La bassa stagione è l’estate che va Aprile a Novembre e coincide con la stagione più umida. Come le altre isole dei Carabi, le giornate di pioggia sono generalmente a carattere temporalesco. La temperatura è quasi sempre compresa tra i 24°C ed i 30°C, con leggeri abbassamenti durante la sera. Tra Giugno e Novembre possono esserci degli uragani, ma in genere si concentrano durante il periodo di chiusura delle strutture ricettive (mediamente tra Settembre e Ottobre).

Formalità doganali

Per i cittadini italiani è necessario avere il passaporto in corso di validità (almeno 3 mesi dalla scadenza). Non sono richiesti visti. Per coloro che transitano attraverso Stati Uniti d’America consigliamo di porre particolare attenzione alle disposizioni di ingresso nel Paese stesso.

Trasferimenti

Le quote dei trasferimenti si intendono per persona e sulla base di minimo 2 persone. Il servizio, che può essere fornito dall’Ufficio Corrispondente Locale o dalla struttura alberghiera di residenza, è generalmente su base privata. L’assistenza in italiano non sempre è disponibile.

Valuta

St. Barth è un territorio francese d’oltremare e la moneta ufficiale è l’Euro. I dollari Americani e le carte di credito sono accettati ovunque.

Fuso Orario

-5 ore quando in Italia vige l’ora legale; -6 ore durante l’ora solare.

Lingua

La lingua ufficiale è il Francese. L’Inglese e l’Italiano sono diffuse.

Polizza assicurativa sanitaria integrativa

Consigliamo al momento della prenotazione di stipulare la polizza assicurativa facoltativa integrativa Globy Rosso (facente parte del marchio Allianz Global Assistance), con massimale di spese mediche fino a € 155.000,00 per vostra maggior tutela.

Anguilla

Anguilla è la vera “Perla” dei Caraibi. Le sue lunghe spiagge di sabbia bianchissima ed il mare, dalle acque di un colore turchese intenso, sono la mèta preferita di quanti amano l’unicità spettacolare del mare caraibico. L’isola è particolarmente suggerita agli amanti della tranquillità abbinata ad un servizio di eleganza e comfort, per godere di una vacanza indimenticabile.
È la più a nord delle Isole Sopravento Settentrionali (Leeward Islands), nell’arcipelago delle piccole Antille. A soli 8 km a nord di St. Martin e a 320 km da Puerto Rico, è facilmente raggiungibile in aereo o in traghetto. L’isola è interamente pianeggiante ed il suo punto più alto è di soli 65 metri sopra il livello del mare; la popolazione è di poco superiore ai 14.000 abitanti. L’isola è circondata da altre 5 piccole isole disabitate e desertiche, dove gli appassionati di snorkelling e di subacquea possono trovare un vero paradiso marino ove ammirare vari tipi di pesci tropicali, barriere coralline, caverne e scogli. Anguilla inoltre offre molte spiagge incantevoli, tutte egualmente quasi desertiche e incontaminate, ciascuna con le sue caratteristiche che, sommate, fanno di Anguilla la “perla dei Caraibi”. Tra le più famose sono quelle di Shoal Bay, Meads Bay e Rendezvous Bay.
Da non perdere
Consigliamo di esplorare le molte spiagge che offre l’isola: assolutamente da non perdere la famosa spiaggia di Shoal Bay East, con la sua sabbia bianca, talmente fine da sembrare borotalco, e le acque turchesi, ideali per fare un bagno o snorkelling. I più avventurosi potranno effettuare un’escursione in barca verso una delle isolette limitrofe: Sandy Island, Scrub Island, o Prickly Pear Cay, tra le più famose: un piccolo paradiso terrestre immerso nel profondo blu del mare caraibico.
Il nostro giudizio
Un’isola per quanti sono alla ricerca di una vacanza lussuosa, con servizi e ristoranti ad alto livello, tranquillità, spiagge da sogno e lontane dalla folla, anche in alta stagione. L’esclusività del posto giustifica i prezzi elevati. Non adatta a chi cerca una località con vita notturna.
NOTIZIE UTILI
Clima/Quando andare

Per la sua posizione, prossima all’equatore, le temperature sull’isola sono pressoché costanti, con poche variazioni tra i mesi invernali e quelli estivi. Nel periodo da Dicembre ad Aprile le strutture alberghiere applicano prezzi elevati a causa dell’aumento della domanda. Durante l’estate (da metà Aprile a fine Novembre) la temperatura raramente supera i 30°C. rinfrescata dai venti alisei. In questo periodo le strutture alberghiere offrono prezzi sensibilmente più bassi e quasi tutti chiudono temporaneamente tra Settembre ed Ottobre. Essenzialmente Anguilla ha due stagioni: quella secca (da Dicembre a metà Aprile ) e quella più umida e piovosa, con la maggior parte delle piogge comprese tra Agosto e Novembre (a carattere temporalesco). Una nota positiva è che in questa stagione gli amanti dello snorkeling potranno godere di paesaggi sottomarini migliori a causa della maggiore trasparenza dell’acqua che offre una visibilità superiore dei fondali.

Formalità doganali

Per i cittadini italiani è necessario avere il passaporto in corso di validità (almeno 6 mesi dalla scadenza) e il biglietto di ritorno oppure di proseguimento del viaggio. Non sono richiesti visti. Per coloro che transitano attraverso gli Stati Uniti d’America consigliamo di porre particolare attenzione alle disposizioni di ingresso nel Paese stesso.

Trasferimenti

Le quote dei trasferimenti si intendono per persona e sulla base di minimo 2 persone. Il servizio, che può essere fornito dall’Ufficio Corrispondente Locale o dalla struttura alberghiera di residenza, è generalmente su base privata. L’assistenza in italiano non sempre è disponibile.

Valuta

La moneta locale è l’East Caribbean Dollar (EC$). 1 € è pari a circa 2,90 EC$. Il Dollaro Americano è accettato quasi ovunque.

Fuso Orario

-5 ore quando in Italia vige l’ora legale; -6 ore durante l’ora solare.

Lingua

La lingua ufficiale è l’Inglese.

Polizza assicurativa sanitaria integrativa

Consigliamo al momento della prenotazione di stipulare la polizza assicurativa facoltativa integrativa Globy Rosso (facente parte del marchio Allianz Global Assistance), con massimale di spese mediche fino a € 155.000,00 per vostra maggior tutela.

Bahamas

Le isole Bahamas devono la loro notorietà al fatto di essere state scoperte da Cristoforo Colombo durante il suo primo viaggio verso le Americhe nel 1492. Sono formate da un insieme di isole e cayo che emergono dall’acqua color smeraldo. Piccoli deliziosi villaggi, cucina variegata con piatti tipici locali, spiagge di sabbia rosa, paesaggi pittoreschi: questo e altro rendono unica una vacanza alle Bahamas. L’arcipelago delle Bahamas appartiene ai Caraibi solo dal punto di vista politico e non dal punto di vista geografico dato che sono parte del territorio nordamericano e sono bagnate a est dall’Oceano Atlantico e a ovest dalla corrente del golfo. Le Bahamas sono composte da circa settecento isole e quasi duemila e cinquecento e si estendono per circa 1200 km in direzione sud rispetto a Walker’s Cay, circa 120 km a est di Palm Beach, in Florida, per arrivare fino alle Ragged Islands, 85 km a nord-est di Cuba. Gran parte delle isole sono circondate da barriera corallina e banchi di sabbia e diventano più aride man mano che ci si sposta verso sud dove il clima è secco. Le sue magnifiche spiagge di sabbia bianca e rosata, i fondali ricchi di pesci tropicali e una barriera corallina tra le più grandi al mondo le rendono una mèta turistica molto ambita.
Great Exuma è l’isola principale di un arcipelago di 365 isolotti chiamati “Cays”, in gran parte disabitati. È collegata da un ponte a Little Exuma, la seconda isola più grande dell’arcipelago. Molto pianeggiante e piuttosto verde, è attraversata in pieno dal Tropico del Cancro. L’Isola è facilmente visitabile percorrendo la Queen’s Highway, l’unica strada che la percorre tutta. La città principale è Georgetown dove si trovano i maggiori ristoranti e negozi. Moltissime le spiagge, dalla sabbia bianca, dove il mare turchese regala panorami di straordinaria bellezza e dove, passeggiando, si possono trovare i “sand dollars”, piccoli organismi circolari di colore bianco simili a monetine. Da non perdere Stocking Island, un’isola di forma sottile, di fronte a Great Exuma, che crea una sorta di laguna dove il mare è quasi sempre calmo. Great Exuma è facilmente raggiungibile da Nassau, sull’isola di New Providence, con un breve volo di 25 minuti.
Nassau è la città principale dell’arcipelago delle Bahamas, situata nell’isola di New Providence. Fu fondata nel ‘600 dagli Inglesi e ben presto divenne un rifugio e base dei famigerati pirati e corsari dei Caraibi, dove qui nascondevano i preziosi tesori frutto delle loro scorribande per mare. Il suo clima tropicale la rende una destinazione scelta da molti, anche grazie alle sue spiagge bellissime. Molti gli edifici coloniali coloratissimi, incorniciati dal blu intenso delle acque circostanti e dal verde della natura rigogliosa.
Da non perdere
Un tour in barca per conoscere meglio i fondali che circondano le isole, snorkeling e una giornata di totale relax su una spiaggia deserta. L’isoletta di Harbor Island, a nord di Eleuthera, è un’esperienza imperdibile: la sua spiaggia di sabbia rosa è il vanto dell’arcipelago. Durante la visita a Harbor Island, la cittadina pittoresca di Dunmore Town, uno dei più vecchi insediamenti delle isole caraibiche. Per finire, a Little Exuma, la Tropico of Cancer Beach: una spiaggia bianca incantevole e dal mare turchese. Una curiosità: qui sono stati girati molti film ambientati nel Mar dei Caraibi: “007 Operazione Thunderball”, “Mai dire mai” e “I Pirati dei caraibi 2” con Johnny Depp.
Il nostro giudizio
Le Bahamas sono una destinazione molto amata dal turismo, sia americano che europeo. Offrono una vasta scelta di strutture alberghiere, molte delle quali con formula “All Inclusive”. Vi sono anche resort e alberghi estremamente eleganti e di charme, dedicati soprattutto a coloro che cercano il relax totale unitamente ad un servizio esclusivo ed impeccabile.
NOTIZIE UTILI
Clima/Quando andare

Il clima delle Bahamas è piacevole in ogni stagione. Le isole si vantano di avere una media di 320 giorni di sole l’anno. La stagione invernale va da Dicembre ad Aprile, con temperature medie, durante il giorno, intorno ai 23°C con possibili cali fino a 16°C durante le serate più fresche. L’estate, da Maggio a Ottobre/Novembre, è leggermente più umida con una temperatura media di 26°C con picchi massimi che possono arrivare fino a 32°C. I venti alisei aiutano però a mantenere una temperatura gradevole durante tutta la stagione estiva. L’estate è anche il periodo più piovoso e talvolta possono esserci bufere e uragani, ma sono fortunatamente molto rari.

Formalità doganali

Per i cittadini italiani è necessario avere il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi. Non sono richiesti visti. Per coloro che transitano attraverso Stati Uniti d’America consigliamo di porre particolare attenzione alle disposizioni di ingresso nel Paese stesso.

Trasferimenti

Le quote dei trasferimenti si intendono per persona e sulla base di minimo 2 persone. Il servizio, che può essere fornito dall’Ufficio Corrispondente Locale o dalla struttura alberghiera di residenza, è generalmente su base privata. L’assistenza in italiano non sempre è disponibile.

Valuta

La valuta locale è il dollaro delle Bahamas (1 € = cambio uguale al dollaro americano). Il Dollaro Americano e carte di credito sono accettate ovunque.

Tasse

In partenza dalle Bahamas, in aeroporto, è richiesto il pagamento di una tassa d’imbarco (per persona) pari a circa US$ 15. I bambini fino a 6 anni sono esenti da tale pagamento.

Fuso Orario

6 ore in meno rispetto all’Italia (7 ore quando è in vigore l’ora legale in Italia).

Lingua

La lingua ufficiale è l’inglese.

Polizza assicurativa sanitaria integrativa

Consigliamo al momento della prenotazione di stipulare la polizza assicurativa facoltativa integrativa Globy Rosso (facente parte del marchio Allianz Global Assistance), con massimale di spese mediche fino a € 155.000,00 per vostra maggior tutela.

Turks & Caicos

Forse tra le più belle isole dei Caraibi, l’arcipelago delle Turks & Caicos rappresenta l’ideale immaginario dell’isola circondata da un mare cristallino, in una sinfonia di colori che completano l’intero spettro degli azzurri, celesti e turchesi. Un vero paradiso per gli amanti del mare, con spiagge deserte quasi perdute nel tempo e fondali ricchi di vita sottomarina. Le isole offrono una vacanza senza stress, lontana dalla vita quotidiana e impreziosita dalla gentilezza della gente locale, cullati dalle dolci acque tropicali. Gran parte del territorio, soprattutto le zone meridionali di North Caicos, Middle Caicos e East Caicos, vanta panorami dalla lussureggiante vegetazione, attraversati da torrenti e con distese di sabbia, lagune e paludi. Buona parte delle spiagge di sabbia si trovano sulle coste nord e sud delle isole, affacciate sull’Oceano Atlantico. Come l’arcipelago delle Bahamas, anche questi due gruppi di isole si trovano sulla vetta di un altopiano sottomarino circondato da una propria barriera corallina. Le isole più conosciute sono Providenciales, chiamata comunemente “Provo”, West Caicos, North Caicos, Middle Caicos, East Caicos, South Caicos, Ambergris Cay, French Cay, Pine Cay, Parrot Cay ed altre isole disabitate.
Da non perdere
Turks & Caicos, con le sue 40 isole, ha molto da offrire agli amanti del mare. La bellissima spiaggia di Grace Bay che si estende per oltre 18 km, con la sua sabbia finissima, è ideale per effettuare bellissime passeggiate o per godere di tramonti mozzafiato. Consigliamo le escursioni in barca per conoscere gli isolotti che circondano le isole più grandi e dove poter scoprire le meraviglie naturali di Turks & Caicos. Dalle barriere coralline piene di vita marina ai isolotti popolati da migliaia di specie di uccelli. Per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling, l’isola è un vero paradiso: molteplici le opportunità per immersioni a caccia di fondali spettacolari e relitti. Providenciales, inoltre, ospita l’unico allevamento di Strombi Gigas al mondo (la tipica conchiglia caraibica), localmente chiamate “Conch”, pregiate per la loro polpa e la stupenda forma e dimensione del guscio.
Il nostro giudizio
L’isola è una tra le più belle dei Caraibi, con spiagge dalla sabbia morbida, fine e bianca, che contrasta con l’azzurro incontaminato del mare. Ideale per chi ama il relax completo, con lunghe giornate al mare o esplorando i fondali ricchi di vita marina. Una vacanza a Turks & Caicos non è consigliata a chi cerca una vacanza all’insegna della vita notturna poiché l’isola non offre molto sotto questo aspetto.
NOTIZIE UTILI
Clima/Quando andare

Tipico clima sub-tropicale dei Caraibi, con lievi variazioni delle temperature durante il giorno. Ha solo due stagioni: quella invernale e estiva. La stagione invernale va da Novembre a Maggio: in questi mesi fa meno caldo ed il clima è più secco rispetto ai mesi estivi (la temperatura varia da un minimo di 23°C-25°C), ma le giornate di sole sono più corte con serate fresche. La stagione estiva va invece da fine Maggio ad Ottobre, è più calda (30°C-32°C ) e ci sono possibilità di brevi piogge (presenti maggiormente nei mesi di Ottobre e Novembre). Durante il giorno le temperature si alzano (fino a 32°C.) ma la brezza degli alisei porta una gradevole frescura. In questo periodo le strutture alberghiere applicano tariffe più vantaggiose. La stagione ufficiale degli uragani generalmente va da Giugno a Novembre, ma accadono raramente: l’ultimo uragano di cui si ha memoria ebbe luogo 20 anni fa!

Formalità doganali

Per i cittadini italiani è necessario avere il passaporto in corso di validità (almeno 6 mesi dalla data di scadenza) e il biglietto di ritorno oppure di proseguimento del viaggio. Non sono richiesti visti. Per coloro che transitano attraverso Stati Uniti d’America consigliamo di porre particolare attenzione alle disposizioni di ingresso nel Paese stesso.

Trasferimenti

Le quote dei trasferimenti si intendono per persona e sulla base di minimo 2 persone. Il servizio, che può essere fornito dall’Ufficio Corrispondente Locale o dalla struttura alberghiera di residenza, è generalmente su base privata. L’assistenza in italiano non sempre è disponibile.

Valuta

Pur essendo un territorio Inglese d’oltre mare, la moneta ufficiale è il Dollaro Americano. 1 € è pari a circa 1,10 Dollari.

Tasse

In partenza da Turks & Caicos, in aeroporto, è richiesto il pagamento di una tassa d’imbarco (per persona) pari a circa US$ 23. I bambini fino a 5 anni sono esenti da tale pagamento.

Fuso Orario

-6 ore rispetto all’Italia.

Lingua

La lingua ufficiale è l’inglese.

Polizza assicurativa sanitaria integrativa

Consigliamo al momento della prenotazione di stipulare la polizza assicurativa facoltativa integrativa Globy Rosso (facente parte del marchio Allianz Global Assistance), con massimale di spese mediche fino a € 155.000,00 per vostra maggior tutela.

Aruba

Situata al largo del Venezuela, appartiene alle Antille Olandesi, Aruba fa parte dell’arcipelago A.B.C., lettere che significano Aruba, Bonaire e Curacao, è l’isola più a sud dei Caraibi e grazie a questa sua posizione e molto diversa dalle altre isole delle Antille. Lunga circa 30 km e larga circa 10 km, calda, con scarse piogge e fuori dalla rotta tradizionale degli uragani, la rende la meta ideale per vacanze tutto l’anno. Il paesaggio è piuttosto desertico, caratterizzato da cactus e Divi-Divi, la tipica pianta del luogo. Ma al suo interno si trova il National Park Arikok, un verde parco con piante rare, che occupa il 18% della superficie dell’isola. E’ contornata da ampie spiagge di sabbia bianca e da fondali marini che offrono la possibilità di praticare diversi sport acquatici. E’ un’isola sicura popolata da gente socievole, dove sono numerosi gli eventi culturali durante tutto l’anno ed è piacevole poter girare anche alla sera, godendo dei ristoranti, locali e casinò posizionati nei principali punti turistici dell’isola. Capitale dell’isola, con una superficie di 193 km² ha una popolazione di 106.523 abitanti (stima del 2010), residenti principalmente nella capitale Oranjestad.
Da non perdere
11 km di spiagge di sabbia bianca, tra cui le famose Palm Beach ed Eagle Beach. Ristoranti, locali e casinò per una vita notturna vivace. Negozi di artigianato locale e negozi di grandi firme a prezzi convenienti. La capitale Oranjestad, dallo stile olandese, con i suoi negozi, paradiso dello shopping duty free il National Park Arikok con piante rare, l’Aruba Linear Park, un lunghissimo percorso pedonale che dalla capitale corre lungo la Eagle e Palm Beach per romantiche passeggiate. 21 punti di immersione e 8 relitti di navi.
Il nostro giudizio
Facilmente raggiungibile dall’Europa e dal Nord America è un luogo di vacanza e relax consigliato a tutti, soprattutto alle coppie in viaggio di nozze come proseguimento da un viaggio negli Stati Uniti.
La ricettività è varia e ben si adatta ad ogni tipo di esigenza: dalla sistemazione più semplice ed informale a quella più elegante e sofisticata. Sull’isola sono presenti casinò che ne fanno una meta ideale per gli amanti del gioco d’azzardo.
NOTIZIE UTILI
Clima/Quando andare

Aruba gode del tipico clima tropicale dei Caraibi, caldo e instabile. La temperatura varia tra un minimo di 23-25°C a un massimo di 32-33°C, senza forti escursioni tra il giorno e la notte. Il tasso di umidità è più elevato durante i mesi estivi e autunnali, quando anche le precipitazioni possono essere più frequenti.

Formalità doganali

Per i cittadini italiani che raggiungono l’isola senza transitare negli USA è sufficiente il passaporto con almeno 6 mesi di validità dopo la data di rientro, in regola con la marca da bollo annuale e biglietto valido per il ritorno. Per i passeggeri in transito attraverso gli Stati Uniti d’America, si prega porre particolare attenzione alle disposizioni di ingresso del Paese stesso. Non sono richiesti visti.

Trasferimenti

Le quote dei trasferimenti si intendono per persona e sulla base di minimo 2 persone. Il servizio, che può essere fornito dall’Ufficio Corrispondente Locale o dalla struttura alberghiera di residenza è generalmente su base privata. L’assistenza in italiano non sempre è disponibile.

Valuta

La valuta locale è il Fiorino. Il Dollaro USA viene comunque accettato in quasi tutte le strutture ricettive e turistiche.

Tasse

Alla partenza da Aruba, in aeroporto, è richiesto il pagamento di una tassa di imbarco il cui importo attuale è di Dollari USA 20.00. La materia è soggetta a variazioni senza preavviso da parte della autorità aeroportuali.

Fuso Orario

5 ore in meno rispetto all’Italia (6 ore quando è in vigore l’ora legale in Italia).

Lingua

Ad Aruba si parla l’Olandese, molto diffusa è comunque la lingua inglese.

Polizza assicurativa sanitaria integrativa

Consigliamo al momento della prenotazione di stipulare la polizza assicurativa facoltativa integrativa Globy Rosso (facente parte del marchio Allianz Global Assistance), con massimale di spese mediche fino a € 155.000,00 per vostra maggior tutela.

Giamaica

Trasgressiva e affascinante, la Giamaica è da sempre considerata l’isola più attraente dei Caraibi per la bellezza delle spiagge e del mare, per la natura rigogliosa e per il ritmo coinvolgente della musica reggae diffusa nel mondo dal mito di Bob Marley. L’isola, lunga 240 km da est a ovest e larga al massimo 85 km da nord a sud, appartiene alla zona dei corrugamenti terziari delle Grandi Antille, orientati da est a ovest, e possiede un rilievo montuoso e una intensa attività sismica. Nella parte orientale dell’isola si innalza il massiccio cristallino delle Blue Mountains (Montagne Azzurre), culminanti a 2 256 m nel Blue Mountain Peak; al centro e a ovest si estende un altopiano calcareo (460 m di altitudine media) in cui si sono sviluppate formazioni carsiche che creano paesaggi spettacolari (Cockpit Country a nord-ovest). Alla periferia di questi rilievi vi sono pianure alluvionali, estese soprattutto a sud e a ovest, mentre a nord e a est si riducono a un nastro sottile o scompaiono.
Da non perdere
Negril, una piccola cittadina situata all’estremità nord-ovest dell’isola di Giamaica, è la località balneare più nota agli italiani sull’isola del reggae. Un’atmosfera allegra ed i numerosi locali fanno di Negril un’attrattiva per chi voglia abbinare il divertimento ad una vacanza balneare. Tutto comunque gravita intorno alla lunga spiaggia (oltre 10 km) che corre lungo la costa fino a raggiungere l’estremità dell’isola, da dove godere di tramonti incredibili. Ocho Rios, situata sulla costa nord orientale della Giamaica, è nota soprattutto per i suoi fiumi come il Martha Brae da cui si può discendere in zattera, attraverso una vegetazione tropicale molto fitta, le Cascate del fiume Dunn (Dunn’s River Falls) molto scenografiche e che è divertente risalire a piedi fino alla loro sommità. In generale la zona è tra le più verdi e belle da visitare in Giamaica. Situata a metà strada tra Montego Bay ed Ocho Rios, sulla costa nord della Giamaica, Runaway Bay è famosa per la sua baia, ora porto adibito al trasporto della bauxite. Qui la natura è rigogliosa ed arriva fino a lambire le spiagge di sabbia candida che punteggiano la costa.
Il nostro giudizio
La Giamaica è una destinazione giovane, dove sole musica e divertimento si mescolano a bianche e lunghissime spiagge. Adatta ad una clientela che vuol rendere il proprio soggiorno balneare anche un’occasione per divertirsi al ritmo sfrenato del reggae. Molto indicato anche per le coppie in viaggio di nozze.
NOTIZIE UTILI
Clima/Quando andare

La Giamaica è una meta turistica in qualsiasi periodo dell’anno, grazie al suo piacevolissimo clima marittimo tropicale. Le stagioni praticamente non esistono e le temperature massime diurne lungo la costa si mantengono costantemente tra i 27° e i 30° C. Anche nelle Blue Mountains le temperature sono solo di poco inferiori ai 20° C per gran parte dell’anno. Se si pensa di trascorrere un periodo di tempo lungo la costa orientale o sulle Blue Mountains, è bene sapere che la cosiddetta stagione delle piogge va da maggio a novembre e ha due picchi: maggio/giugno e ottobre/novembre. Questo periodo dell’anno è un po’ più umido rispetto agli altri, ma la pioggia cade in genere per poche ore (normalmente nel tardo pomeriggio) ed è molto facile che il sole splenda per gran parte della giornata. L’alta stagione turistica va da metà dicembre a metà aprile e le settimane più affollate sono quelle di Natale e Pasqua. In questo periodo le località turistiche sono invase dai turisti stranieri e i prezzi degli alberghi sono più alti.

Formalità doganali

Per i cittadini italiani è necessario avere il passaporto in corso di validità (almeno 3 mesi dalla scadenza) e il biglietto di ritorno oppure di proseguimento del viaggio. Non sono richiesti visti. Per coloro che transitano attraverso gli Stati Uniti d’America consigliamo di porre particolare attenzione alle disposizioni d’ingresso nel Paese stesso.

Trasferimenti

Le quote dei trasferimenti si intendono per persona e sulla base di minimo 2 persone. Il servizio, che può essere fornito dall’Ufficio Corrispondente Locale o dalla struttura alberghiera di residenza, è generalmente su base privata. L’assistenza in italiano non sempre è disponibile.

Valuta

La moneta locale è il Dollaro jamaicano: accettato anche il dollaro Usa ed EURO.

Fuso Orario

6 ore in meno quando in Italia vige l’ora legale; 7 ore in meno durante l’ora solare.

Lingua

La lingua ufficiale è l’inglese. Molto diffuso è il “patios”, un dialetto derivante dall’inglese miscelato con alcuni vocaboli di provenienza africana.

Polizza assicurativa sanitaria integrativa

Consigliamo al momento della prenotazione di stipulare la polizza assicurativa facoltativa integrativa Globy Rosso (facente parte del marchio Allianz Global Assistance), con massimale di spese mediche fino a € 155.000,00 per vostra maggior tutela.

Barbados e Grenadines

Con le sue radici inglesi, africane e indo-occidentali, Barbados è un interessante mosaico di culture, ha tradizioni e valori autentici che nel tempo hanno dato vita all’identità dell’isola che si riflette nel suo eccezionale patrimonio storico, culinario e artistico.
Barbados, con il suo territorio pianeggiante ed un clima ideale, offriva le condizioni ideali per la coltivazione della canna da zucchero, favorendo quindi la nascita di piantagioni e, conseguentemente, l’avvio di lavoro servile e schiavitù. Il successo del commercio di zucchero, rum e melassa portò nell’isola una grande ricchezza e migliaia di schiavi africani. Tuttavia, nel 1833, con l’affermarsi del movimento abolizionista, Barbados divenne la prima nazione al mondo ad abolire la tratta degli schiavi ma è solo dopo il 1838 che i prigionieri vennero davvero liberati mentre la vera emancipazione era ancora un sogno lontano. Colonia inglese dal 1627, Barbados ottenne la completa indipendenza dall’impero Britannico solo nel 1966 pur continuando a far parte del Commonwealth.
Grenadines Il paradiso terrestre si può riassumere in 3 lettere: SVG, letteralmente l’abbreviazione di St. Vincent & Grenadines, una manciata di isole gettate nell’azzurro più cristallino delle Piccole Antille. Windward Islands, sono 125 tra isole, isolotti ed atolli, di cui solo 7 abitate. Numerose sono le opzioni per soggiornare alle Grenadines, ogni isola ha un suo carattere e l’arcipelago può senz’altro soddisfare tutte le esigenze di ogni tipo di turista, dal più sofisticato all’avventuriero “zaino in spalla”. La splendente Saint Vincent è rimasta al di fuori dei circuiti del turismo di massa. Sui suoi 500 kmq di terra, gli alberghi, i ristoranti e i bar creano un’atmosfera intima e familiare. L’isola è inoltre il punto di partenza per il giro delle Grenadines, costituite da trentadue isolette delle quali solo alcune hanno visto un certo sviluppo, mentre altre sono semplici spiaggette solitarie ed incontaminate. Tutte però offrono la possibilità di fare i migliori giri in barca a vela del mondo.
Grazie alla presenza degli alisei, che permettono di viaggiare a 10-25 nodi, è possibile spostarsi da un’isola all’altra in poco più di un’ora. Inoltre questi venti, soffiando costantemente, rendono la zona ideale per il windsurf, soprattutto a Friendship Bay di Bequia. Oltre agli sport acquatici, Saint Vincent offre anche la possibilità di fare belle escursioni a piedi, presso Vermont Nature Trails, lungo il sentiero più impegnativo che porta sull’orlo del cratere del vulcano La Soufrière, passando attraverso le piantagioni di banane e la foresta pluviale.
Dalla cima del vulcano si può vedere l’interno del cratere.
Da non perdere
Bridgetown
La visita parte dalla capitale, la più importante delle 11 parrocchie che forma l’isola di Barbados. Bridgetown è una città grande ma non enorme, che conta circa 97 mila abitanti e che vanta una serie di bellissimi monumenti. Da non perdere tutti gli edifici coloniali disseminati per la città, il palazzo del Parlamento, la statua di Lord Nelson situata proprio in Trafalgar Square (oggi rinominata National Heroes Square) e il porto. Bridgetown è una città sempre animata da turisti, sempre allegra e vivace. Tra le spiagge Accra Beach è senza ombra di dubbio quella più famosa, sia tra la gente del posto che tra i turisti. E’ una spiaggia ideale per tutti quelli che sono in circa di relax o che si vogliono dedicare allo snorkeling: acque cristalline, spiaggia candida e un ecosistema marino incredibile. La spiaggia è ben attrezzata: è possibile noleggiare in ogni dove ombrelloni, attrezzature sportive e sdraio. Per essere coccolati appieno.
I Giardini Botanici di Andromeda sono oggi una delle principali attrazioni dell’isola e dominano il lato orientale di Barbados, a ridosso della parrocchia di St Joseph; pullulano di piante tropicali, espressione della vegetazione dell’isola. La storia di questi giardini è tutto sommato recente: negli anni ’50 altro non erano che una semplice collezione privata, furono poi aperti al pubblico negli anni ’70 e da allora sono parte e emblema di quest’isola.
Ultima cosa da fare, una volta sull’isola di Barbados, è un tour sulla nave dei pirati, messa a disposizione alla Tall Ship Cruise Company. Lo staff è vestito con i costumi pirateschi e l’esperienza alterna emozioni oniriche al reale. Danze, giochi, bibite e cibo sono a disposizione su questa mini crociera davvero divertente.
Il nostro giudizio
Due destinazioni di lusso per viaggiatori esigenti e amanti del mare destinata a lasciare il segno.
NOTIZIE UTILI
Clima/Quando andare

La temperatura oscilla tra i 25°C e i 30°C, costantemente rinfrescata degli alisei. La stagione secca va da novembre a maggio.

Formalità doganali

Per i cittadini italiani sono necessari il passaporto in corso di validità.

Trasferimenti

Le quote dei trasferimenti si intendono per persona e sulla base di minimo 2 persone. Il servizio, che può essere fornito dall’Ufficio Corrispondente Locale o dalla struttura alberghiera di residenza, è generalmente su base privata. L’assistenza in italiano non sempre è disponibile.

Valuta

A Barbados la valuta locale è il Barbados Dollar (BDS) mentre nelle Grenadines viene utilizzato l’Eastern Caribbean Dollar (ECD). Negli alberghi sono accettate le principali carte di credito, richieste a garanzia degli extra. Consigliamo di munirsi dall’Italia di Dollari USA.

Fuso Orario

La differenza è di 5 ore in meno rispetto all’Italia, quando da noi vige l’ora solare, di meno 6 ore quando vige l’ora legale.

Lingua

La lingua ufficiale è l’inglese.

Polizza assicurativa sanitaria integrativa

Consigliamo al momento della prenotazione di stipulare la polizza assicurativa facoltativa integrativa Globy Rosso (facente parte del marchio Allianz Global Assistance), con massimale di spese mediche fino a € 155.000,00 per vostra maggior tutela.

Tour Caraibi