Baja California

Home / Destinazioni / Baja California
Nadia-Proietti-451
Nadia La Vostra Specialista per La Baja California

+39 06 7900920
[email protected]


Scopo di un viaggio è perdersi. Perdersi tra mille nuovi colori, nuovi sapori, nuovissime emozioni. Inebriarsi delle sensazioni che un altro Paese, un altro popolo, un’altra cultura sanno trasmettere. È quello ci auguriamo possa accadere a quanti percorreranno quella stretta fascia di terra che si protende nell’Oceano Pacifico a sud di San Diego: la Baja California.
La sua particolare conformazione geografica la rende unica ed affascinante, un lembo di Messico che si è staccato, allontanato, per costruirsi una propria identità, una propria vita.
Una terra piena di contrasti e di contrapposizioni, sulla costa, magnifiche spiagge di sabbia bianca, baie tranquille e scogliere imponenti, nell’entroterra, l’aridità del deserto e l’asprezza della natura. La Baja California è un’esagerazione di effetti speciali di luce e colore: dall’acqua turchese e cristallina alla terra bruciata dal sole. In molti ci vanno per dimenticare, in molti per essere dimenticati, perché da sempre è il luogo ideale per nascondersi, anche solo fuggire dalla frenesia della propria quotidianità.
Rimanere da soli, attoniti davanti ad una natura aspra e selvaggia, smarriti di fronte a tanta bellezza. Il viaggio comincia dall’estremo nord e prosegue lungo i 1.700 Km. che arrivano fino all’estremo sud, come una saetta che squarcia l’Oceano Pacifico, attraverso scenari naturali ed umani diversificati e spesso contrastanti.
Ad un estremo c’è Tijuana, città vicinissima alla California, “ancorata” al Messico, rappresenta una linea di demarcazione: al di qua l’ordine, al di là l’oblio. Ci si trovano tutti gli eccessi ed il caos di una zona franca in cui tutto sembra lecito. All’altro estremo c’è La Paz, città anomala per essere messicana, strade e marciapiedi larghi delimitano villini con giardino, il traffico è quasi assente e regna una serena tranquillità. Se ci si spinge ancora più giù, alla punta estrema della penisola ci sono Cabo San Lucas e San Josè del Cabo, “Los Cabos”, un angolo di Eden assolutamente sorprendente per l’incredibile profusione di paesaggi mozzafiato e per la spettacolarità della vita marina. Anche se il mare più stupefacente di tutta la Baja s’incontra in quel baffo di Oceano che la separa dal Messico, come una profonda spaccatura, protetto da bastioni vulcanici orlati di spiagge deserte e baie incantevoli: è il Mar di Cortéz. Ogni anno tra gennaio e fine marzo le balene si danno appuntamento per godere dell’abbondanza e della bellezza di queste acque. Dalla cittadina di Guerrero Negro delle piccole imbarcazioni portano ad ammirare questi giganti del mare che percorrono migliaia di chilometri dal Canada per venire a partorire nelle acque basse di questa laguna. Da un punto di vista naturalistico il Mar di Cortéz è veramente di una bellezza difficile da immaginare, i paesaggi sono mozzafiato e colpisce l’imponenza delle scogliere su cui l’erosione ha scolpito immani gradinate e cadute vertiginose. Il profilo della costa è una tavolozza di tutti i colori che racconta una storia geologica inquieta. Protagonisti assoluti del panorama botanico della Baja California sono i cactus altissimi e gli arbusti spinosi che si stagliano contro il cielo, ultimi baluardi di vita che sfidano un ambiente così ostile. È la terra dei contrasti, ed è proprio la dicotomia tra deserto e mare, tra aridità e fertilità, tra torpore e vitalità a creare gli scorci più suggestivi ed emozionanti.
Il mare infatti sale profondo e rapido per frangersi sugli scogli o per addolcirsi nel turchese delle baie tranquille, davanti a lunghe spiagge chiare e deserte, o per insinuarsi nella calma di vetro delle lagune di mangrovie di un verde smeraldo. La fauna è ricca e tutta da ammirare, il cielo è pieno di voli, avvoltoi, fregate, aironi, gabbiani e sule, i pellicani a pelo d’acqua gettano lo scompiglio nei banchi di pesci compatti e multiforme.
Sempre per creare antitesi la maggior parte delle cittadine che popolano l’entroterra desertico si chiamano oasi, come Mulegé, una verdissima valle ricca di palme disposte lungo un fiume, dove missioni religiose gesuite cercarono in passato di convertire i “selvaggi” abitanti del luogo. Poi c’è Santa Rosalia, sulla cui piazza principale troneggia un’originale chiesa in ferro progettata dal celebre Gustave Eiffel che dopo essere stata sballottata su navi cargo qui riposa degnamente. Loreto, l’antica capitale delle Californie, sembra ergersi appositamente proprio lì, dove si incontrano l’ocra della Sierra de la Giganta e il blu cobalto del Mar di Cortéz, al centro di uno spettacolare gioco cromatico.


Baja california


La Bassa California (in spagnolo Baja California) è uno Stato messicano situato all’estremo nord-ovest del paese nella parte settentrionale della penisola omonima. Con una superficie di circa 70.000 km², rappresenta il 3,57% dell’intero territorio della federazione messicana. È bagnato ad ovest dall’Oceano Pacifico, a est dal mare di Cortés, mentre confina a est con lo Stato di Sonora e a sud con quello della Bassa California del Sud. Confina anche con gli stati statunitensi di California e Arizona.
La sua capitale è Mexicali, mentre Tijuana è la sua città più popolosa, situata alla frontiera con gli Stati Uniti; altre città importanti sono: Ensenada, San Felipe, Playas de Rosarito e Tecate.

Formalità doganali

Per l’ingresso in Bassa California è necessario il passaporto in corso di validità con data di scadenza non inferiore a 6 mesi. Non è richiesto alcun visto per turismo (fino a 90 giorni di permanenza massima nel Paese). All’arrivo dovrà essere presentata la “carta turistica” (forma migratoria FMT) fornita dalle compagnie aeree durante il volo, o disponibile presso le autorità locali. La “carta turistica” dovrà essere conservata durante tutto il soggiorno e riconsegnata all’uscita dal Paese. Coloro (sia adulti che bambini) che transitano negli USA in entrata o in uscita dal Paese devono obbligatoriamente essere in possesso del passaporto a lettura ottica. La fotografia digitale è obbligatoria se il passaporto è stato emesso dopo il 25 Ottobre 2005. Vi ricordiamo inoltre che, anche se sarete solo in transito nel territorio americano, il bagaglio dovrà essere ritirato alla prima città di arrivo e di conseguenza, dopo essere stato ispezionato dalle autorità competenti, dovrà essere “reimbarcato” nei banchi preposti, per essere spedito alla destinazione finale. Dal 12 gennaio 2009, tutti coloro che si recano o transitano negli Stati Uniti d’America nell’ambito del programma “viaggio senza visto – VISA Waiver Program”, sono ora soggetti a maggiori requisiti di sicurezza. E’ infatti obbligatorio richiedere ed ottenere un’autorizzazione elettronica prima di salire a bordo di qualsiasi mezzo verso tale destinazione. La domanda si ottiene tramite il sito web: https://esta.cbp.dhs.gov. Si consiglia di inoltrare la domanda al più presto. Il sistema basato su Web, richiederà risposte a domande basilari biografiche e richiederà informazioni sull’idoneità (simili a quelle riportate sul modello cartaceo in uso). L’autorizzazione ottenuta va stampata. Se non successivamente revocata, ha validità di 2 anni e permette ingressi multipli, si consiglia di leggere a fondo tutte le informazioni relative.
TALE PROCEDURA E’ DI COMPETENZA DEL SINGOLO VIAGGIATORE.

Valuta

Un Euro equivale a 17 Pesos Messicani. In Baja California è possibile convertire gli Euro in valuta locale, ma solo nelle principali città, è pertanto raccomandato portare con sé Dollari USA. Ovunque vengono accettate le carte di credito internazionali più diffuse no Elektron.

Polizza assicurativa sanitaria integrativa

Consigliamo al momento della prenotazione di stipulare la polizza assicurativa facoltativa integrativa Globy Rosso (facente parte del marchio Allianz Global Assistance), con massimale di spese mediche fino a € 155.000,00 per vostra maggior tutela.

Fuso orario

La differenza di fuso orario tra Baja California Sud e Italia è di meno 8, nel resto della penisola è meno 9 ore.

Clima

Il clima è tendenzialmente secco, variabile tra subtropicale e desertico, più temperato nelle zone montane. Le condizioni del clima determinano la variazione del corso dei fiumi: nella parte sud del Paese il clima è semi-secco con precipitazioni in estate, nel versante del Golfo della California le precipitazioni sono distribuite durante l’arco dell’anno ma sono poco abbondanti. Sulle coste del Mar di Cortéz le temperature sono più alte in estate. La costa del Pacifico ha un andamento climatico di tipo mediterraneo, con estate secca (giugno/settembre) e inverno più piovoso (dicembre/marzo). Nella parte nord della penisola le temperature durante l’inverno scendono notevolmente e di notte possono arrivare a toccare 0° C, soprattutto in zone desertiche come Cataviña e Guerrero Negro.

Abbigliamento


Capi estivi o primaverili leggeri, un maglione o una giacca per le serate fresche. Durante il periodo invernale occorrono capi di abbigliamento più pesanti. Per le escursioni sono d’obbligo calzature pratiche e comode.

Tutela del Parco Naturale


E’ dovuta una tassa giornaliera di Usd 4 (si paga in loco) per la preservazione del Parco Naturale dell’isola di Espiritu Santo.

Igiene, salute, vaccinazioni

Non è prevista alcuna vaccinazione obbligatoria. Di grande utilità sono le creme solari ad alta protezione, i repellenti antizanzare, i disinfettanti intestinali.

Telefono

Nelle principali città è possibile utilizzare telefoni cellulari Trial-Band. La rete telefonica nazionale è di buon livello ed è possibile acquistare in loco delle tessere telefoniche con le quali è molto conveniente telefonare in Italia.

Corrente elettrica

110 Volts con presa americana. Munirsi di adattatori per le prese americane (spine a lamelle piatte) e trasformatori.

Lingua

La lingua ufficiale è lo spagnolo, tuttavia l’inglese è molto diffuso e non manca chi parla o quantomeno capisce l’italiano.

Strade e visite consigliate

La Baja California è percorsa da nord a sud dalla Mexico 1, la strada a doppio senso di marcia. In alcune zone si trovano strade non asfaltate, di difficile percorrenza, soprattutto nella stagione delle piogge. A coloro che scelgono di viaggiare in maniera autonoma, suggeriamo le seguenti escursioni:
Guerrero Negro
– Visita alla salina (visitabile dal lunedì al venerdì, si consiglia la prenotazione il giorno precedente con il nostro referente locale)
– Avvistamento balena grigia (si consiglia la prenotazione il giorno precedente con il nostro referente locale)
San Ignacio
– Cueva del Raton (si consiglia la prenotazione qualche giorno prima tramite l’agenzia Kujima, tel. 615-1540070)
Loreto
– Isla Coronado
– Tour in barca delle isole
– Avvistamento balene in mare aperto
– Immersioni
– Pesca sportiva
Lopez Mateos
– Avvistamento balena grigia
– Pesca sportiva
Puerto San Carlos
– Avvistamento balena grigia
La Paz
– Espiritu Santo
– Avvistamento squalo balena
– Immersioni
– Pesca sportiva
Los Cabos
– Tour dell’Arco
– Avvistamento balene in mare aperto
– Immersioni
– Pesca sportiva
– Crociera al tramonto
– Tour in quadrimoto, dune buggy e a cavallo.

Servizi Turistici

Nel corso di un viaggio possono accadere disguidi o inconvenienti nei servizi turistici prenotati dall’Italia. Ci permettiamo di farvi notare quanto segue:
All’arrivo in hotel è prassi che sia richiesto di firmare una cedolina in bianco con i dati della carta di credito. Tale procedura non è da intendersi come un atto di sfiducia nei confronti dell’Ospite ma è l’unico mezzo per godere in hotel di credito illimitato per consumazioni e servizi (ivi comprese le telefonate).
La classificazione ufficiale delle strutture alberghiere può non corrispondere, sotto il profilo dello standard qualitativo, all’analoga vigente in Europa: così non sempre gli hotel offrono una sistemazione ed un trattamento corrispondente agli esercizi europei della medesima categoria, soprattutto in periodi di alta o altissima stagione.
Camere: non sempre sono disponibili camere con letto matrimoniale, nonostante le segnalazioni in fase di prenotazione. Le Camere doppie in base alle tipologie presenti in ciascuna struttura alberghiera possono avere:
a. due letti singoli; b. due letti “queen size” (una piazza e mezza); c. un letto “king size” (matrimoniale); d. un letto “queen size” (una piazza e mezza). Le camere triple non sono disponibili: può essere assegnata una camera doppia uso tripla con l’utilizzo dei letti esistenti oppure può essere aggiunto un terzo letto di tipo “roll-way”.
I passaggi aerei sono effettuati con voli di linea e pertanto Marcelletti Tour Operator non è responsabile per eventuali ritardi, mancate coincidenze, overbooking o scioperi che comportino disagi e spese extra.
In caso di mancato trasferimento a causa di un disguido o un imprevisto, invitiamo i passeggeri ad usufruire di un servizio taxi e, una volta giunti in hotel, a contattare il nostro ufficio in loco per ottenere il rimborso della somma anticipata. Nel caso di località non assistita da una nostra sede, il rimborso sarà effettuato al rientro in Italia, tramite la propria agenzia di viaggio, e previa presentazione della ricevuta attestante il pagamento del servizio di taxi.

Tour Baja California